Make people go to Lamalunga

Dal 21 August 2012 al 30 August 2012

Allestimento per permanenza temporanea

La frazione rurale di Lamalunga appartiene al comune di Minervino Murge, in provincia di Barletta-Andria-Trani. Dista circa 12 km dal centro abitato e sorge a 150 metri sul livello del mare. Nella frazione risiedono 15 abitanti.
Nella zona sono presenti diverse proprietà di un nobile napoletano, Giulio Bucci, che realizzò presso Lamalunga un’azienda vinicola all’avanguardia per quel tempo, con una cantina di centinaia di metri scavata nella roccia.
In particolare la sede dei laboratori, attualmente il “circolo a.r.c.i Lamaserena”, era il dormitorio per gli operai che lavoravano presso l’azienda vinicola. Si tratta di una masseria che è stata ristrutturata ed è la residenza temporanea di un discendente della famiglia Bucci. Nelle prossimità della masseria ristrutturata è presente una struttura abbandonata che era la casa padronale dei Bucci.

Make people go to Lamalunga è il nostro secondo esperimento bucolico, un modo di ripensare le aree rurali, scegliendole come ambientazione per un percorso interdisciplinare tra tecnica e sperimentazione.
Questa seconda edizione è nata dalla collaborazione di quattro giovani realtà pugliesi impegnate nell’ambito della progettazione e del teatro: Cartaelatte, Kuziba Teatro, Zabar, Make People Do Lab. 

A partire daI 24 agosto, per una settimana, i partecipanti hanno avuto modo di sperimentare sugli impasti di cibo, su strutture e forme ottenute lavorando con materiali poveri e di scarto e infine di prendere parte ad una performance teatrale, riciclando carta, cartone e materiali di fortuna.In particolare, il laboratorio “Scenografia e riciclo” ha visto protagonista l’architetto Riccardo Dalisi, guida “morale” nella progettazione sostenibile, grazie alla sua lunga esperienza di ricerca e sperimentazione con materiali poveri.

Anche in questo caso, i giorni che hanno preceduto l’inizio dei laboratori, sono stati impiegati nel rendere più accogliente e familiare le adiacenze della masseria, impiegando tecniche di autocotruzione nell’utilizzo di materiali di recupero.

Programma dei laboratori

24 – 26 agosto
ore 10.00 -12.30
Paperappà – Laboratorio di Ivano Troisi sulla produzione artigianale della carta, a cura di Zabar. (annullato)
ore 16.00 – 18.30
Bread and Paper – Laboratorio sugli impasti e sugli incarti, a cura di Cartaelatte.
ore 19.00 – 21.00
L’ama o non L’ama? – Narra-azioni attorno a Lamalunga, laboratorio teatrale a cura di Kuziba Teatro

27 – 30 agosto
ore 10.00 – 18.30
Scenografia e riciclo – Laboratorio di Riccardo Dalisi sulla scenografia, a cura di Make People Do Lab.
ore 19.00 – 21.00
L’ama o non L’ama? - Narra-azioni attorno a Lamalunga, laboratorio teatrale a cura di Kuziba Teatro.