ad anelli

Dal 28 Agosto 2011 al 31 Agosto 2011

composizioni della cotta di maglie
a cura dell’Associazione Rasna

L’Associazione Rasna è costituita da un gruppo di archeologi che si occupano di “archeologia sperimentale”, laddove il termine “sperimentale” rappresenta l’aggettivo qualitativo, ossia il ‘modo di fare l’archeologia’ mediante l’esperimento: dal latino ex, “da”, e perire, “tentare” (anche “passare attraverso”) è la realizzazione di un’operazione empirica atta ad accertare o ricercare qualche cosa di specifico, come i meccanismi di un fenomeno, finalizzato a studiare, convalidare o confutare una ipotesi nell’ambito di una teoria.

Si occupano quindi di tecniche, tattiche e operatività di un lavoro (militare, artistico, artigianale, etc) attestato dalle fonti (iconografiche, letterarie o epigrafiche) di cui si conosca l’effetto ma non le procedure per ottenerlo, ed in particolare di artigianato storico realizzato nel lasso di tempo fra il XIII sec. a.C. ed il IV d.C..

In questa parte del laboratorio si partirà dalla realizzazione della cotta di maglia, che gli antichi indossavano sotto la corazza, “intrecciando” anelli metallici che potranno dar vita a manufatti di diversa natura, sviluppando in questo modo una riflessione sulla consistenza della maglia da realizzare e sul peso a questa legato.

 

§

 

Reviving ancient armour fabrication techniques with archeologists Rasna, from Casellaneta.